In moto in Italia

E' una proposta di Villamirella: il piccolo villaggio per famiglie. Come un hotel, meglio di un hotel a Palinuro

Per chi ama viaggiare in moto i mesi migliori per viaggiare sono aprile-giugno, settembre-ottobre. Le tiepide giornate di primavera o quelle di inizio autunno permettono ai bikers di percorrere, in sella alle loro moto, chilometri senza soffrire per il caldo troppo forte. L'Italia è un territorio vasto ed eterogeneo, sul quale si snodano splendide strade, lenti e veloci, che regalano panorami mozzafiato. 

Dalle montagne al mare, dalle città ai piccoli borghi, viaggiare in moto vuol dire concedersi l’opportunità di conoscere una nazione che tutto il mondo invidia per la varietà e la ricchezza dei suoi paesaggi: e in Italia, di moto itinerari, c’è davvero l’imbarazzo della scelta. 

Percorrere il Cilento in moto è un'idea di vacanza per chi ama le due ruote e vuole catturare l'essenza e la bellezza di un Parco Nazionale. 

Strade sinuose su una costa spettacolare o nella natura selvaggia, nel Cilento gli itinerari in moto sono tanti e per tutti i gusti. Poco più di 150 chilometri da percorrere quasi interamente lungo la costa per lasciarsi conquistare dal puro fascino delle scogliere e dei paesaggi della provincia salernitana, senza trascurare la possibilità di visitare uno tra i siti archeologici più suggestivi di tutta Italia, Paestum

Mete sicuramente da non perdere sono Santa Maria di Castellabate, dove, se è una bella giornata, un bagno è d'obbligo. E se non ci si vuole fermare a Santa Maria, meta alternativa è Punta Licosa con un'attenzione particolare ai tratti con limitazione di traffico. Da Agropoli, seguendo la strada verso sud che scivola lenta lungo il mare, tra una curva e l'altra, si raggiunge Ascea. E poi su, arrampicandosi sulla costa, la strada continua verso il promontorio di Palinuro, che silenzioso si tuffa nelle acque. 

Da non perdere il tramonto dal promontorio, sulla strada che accompagna al faro di Palinuro. Senza abbandonare per ora la costa, l'itinerario in moto continua fino a Marina di Camerota. Curve e tornanti, per abbandonare solo temporaneamente la costa e raggiungere Lentiscosa. Ancora su, tra le montagne a sinistra e il mare a destra, il viaggio in moto continua fino a San Giovanni a Piro, una terrazza naturale sul Golfo di Sapri. 

Di nuovo in sella alla moto, alla volta di Scario, frazione splendida sul Golfo di Sapri e poi Sapri, la Spigolatrice rannicchiata su uno scoglio, ad assistere, come nella poesia di Mercantini, allo sbarco di Pisacane. 

Ma il viaggio in moto non può finire qui. La strada scende ancora verso sud, verso Maratea. Bikers locali, motociclisti appassionati, del posto e non, amano questo tratto di costa, tortuoso e avvincente, dove ad ogni curva lo spettacolo che si apre davanti agli occhi è qualcosa che non può essere raccontato. 

A questo punto non resta che scegliere il giorno giusto e partire. Un week end o qualche giorno in più, nel caso si volesse scegliere di pernottare in zona e approffittare delle spiagge per un tuffo nel mare bandiera blu di Palinuro. Un solo suggerimento, attenzione al traffico e consigliamo di evitare il pienone di alta stagione, per godere delle bellezze locali ma anche della strada. Buon viaggio!